Ue, no aiuto di Stato per salvare Tercas. Azzerati Carife: “Ora la Commissione ci rimborsi integralmente”

“Non ci fu ‘aiuto di Stato’ nei fondi concessi dal Fondo Interbancario (Fitd) alla Popolare di Bari per il salvataggio di Tercas nel 2014 che fu bocciato invece dall’Antitrust Ue”. La decisione arrivata in queste ore dal tribunale dell’Unione Europea, che ha accolto il ricorso dell’Italia e della Popolare di Bari, annullando di fatto la decisione presa all’epoca dalla Commissione Ue, diventa una notizia molto importante anche per gli azzerati di Carife

“Nel luglio 2015 la Cassa di Risparmio di Ferrara aveva un piano di salvataggio della Banca d’Italia già pronto che prevedeva il salvataggio dell’istituto cittadino con un mega assegno di 300mln di euro da parte del Fondo Interbancario. Ma fu la Commissione europea ad impedire quell’operazione” spiega Marco Cappellari, Presidente degli Amici di Carife

Se la Commissione Europa non avesse preso quella decisione oggi sarebbe una altra storia perché per la Cassa di Risparmio di Ferrara ci sarebbe ancora e non sarebbe stata azzerata” continua Cappellaricappellari carife

A questo punto chi paga adesso? Sono stati fatti danni incalcolabili per una decisione illegittima presa dalla Commissione Europea che hadanneggiatonon solo una città ma tutto il tessuto economico provinciale. In questi anni siamo andati avanti quasi in solitaria dicendo che erano state compiute enormi ingiustizie a livello di sistema e con la sentenza di queste ore ne abbiamo avuto conferma” spiega il presidente dell’associazione di azzerati

Una decisione che ora, dicono gli azzerati, dovrebbe convincere il governo a dare celermente il via libera al decreto indennizzi ‘ancora ‘impantanato’ anche se, sottolinea Cappellari, “il contentino ora non ci basta più perchè chiederemo che la Commissione Europea rimborsi integralmente i risparmiatori azzerati” ha concluso il Presidente di Amici di Carife

 

 

 

One thought on “Ue, no aiuto di Stato per salvare Tercas. Azzerati Carife: “Ora la Commissione ci rimborsi integralmente”

  • 19/03/2019 in 20:53
    Permalink

    Penso che una grossa responsabilità sia anche dei nostri governanti del momento Renzi,Padoan Boschi , Marattin…..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *