UE: sviluppo contro austerity

Europa sviluppo

Continuare con le politiche di austerity o promuovere sviluppo, occupazione lavoro? E’ questo il dibattito che più ha tolto la sordina alla campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento europeo. Il tema che intreccia fortemente politiche nazionali e politiche europee vede posizioni divergenti fra le liste che si presenteranno al voto il prossimo 25 maggio. Tutti invocano il cambiamento, ma con diverse proposte.

“I cittadini europei non accettano più l’austerity, e si stanno mostrando più saggi degli esperti. La soluzione non è uscire dall’euro, ma dalle politiche sbagliate, cioè dall’’austerity che contraddice 250 anni di sviluppo economico così Amartya Sen, Premio Nobel, probabilmente il più grande economista vivente intervistato dal quotidiano “La Repubblica”, 11 maggio 2014. una voce autorevole del pensiero economico contemporaneo, che citando John Maynard Keynes,ha ricordato come “in un periodo di alta disoccupazione e bassa domanda, l’ultima cosa da fare siano i tagli alla cosa pubblica. ”. Sul versante opposto domina una visione diversa, che vede nel controllo della spesa pubblica e nei conti in ordine, uno strumento di credibilità per i Paesi e una misura volta a garantire le future generazioni dall’esplosione del debito pubblico.

Un tema caldo, su cui si sono espressi anche i rappresentanti di lista che sono intervenuti ai confronti organizzati da Telestense. Sentiamo le posizioni di Scelta Europea, del M5S, dei Verdi europei.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/05-europa-sviluppo.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/05-europa-sviluppo.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.