Ugl polizia, Zaccarini: “Pagati come nel terzo mondo”

bandiera-ugl10

Si toglie il casco come i colleghi di Torino e Genova il segretario provinciale di Ferrara dell’Ugl Polizia di Stato, Fabio Zaccarini e inviando una lettera alle redazioni denuncia la sua amarezza e sfogandosi con i media denuncia che dopo 18 anni di servizio, al freddo, sotto la neve, il ghiaccio e il caldo torrido “lo Stato mi ripaga con le briciole”.

Zaccarini infatti mostra e autorizza di pubblicare la sua busta paga che contiene la gratifica natalizia. “Milletrecentro euro – scrive nella lettera – una tredicesima da Terzo Mondo”. Zaccarini aggiunge: “Io vivo per lo Stato e forse morirò per lo Stato ma siamo cittadini come gli altri, offesi e bistrattati molto più di altri”.

Zaccarini poi aggiunge: “L’UGL Polizia di Stato sono anni che denuncia questa situazione di deriva totale della Polizia di Stato, deriva della quale solo ora i nostri vertici sembrano accorgersi. Noi  della Segreteria di Ferrara vogliamo lanciare l’allarme che comunque è nazionale e che raggiunge ogni lato della nostra penisola. E’ ora che ognuno si prenda le proprie responsabilità, ed è ora che ognuno faccia il suo e si rimbocchi le maniche. Si lascino da parte per una volta gli interessi di partito e si rifaccia l’Italia, partendo da chi, per l’Italia, ci muore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *