“Un mare di legalità 2020”, contro l’abusivismo commerciale sui Lidi di Comacchio

“E’ un’iniziativa a tutto campo in nome della legalità e della convergenza degli sforzi tra istituzioni, associazioni di categoria, volontari e turisti”.

Lo ha ribadito stamane il Prefetto Michele Campanaro, durante la presentazione a Palazzo don Giulio d’Este dell’edizione 2020 della campagna di informazione e prevenzione “Un mare di legalità” contro l’abusivismo commerciale sui Lidi di Comacchio.

Il progetto, promosso dalla Prefettura, è stato realizzato con l’adesione della locale Camera di Commercio, dell’Amministrazione Provinciale, del Comune di Comacchio, delle associazioni di categoria Ascom, Confesercenti, Cna, Confartigianato, Confindustria e della Federazione Italiana della Moda, che ne ha individuato la specifica valenza a tutela del prodotto.

Erano presenti all’evento il Presidente della CCIAA Paolo Govoni, il Sindaco del Comune di Comacchio Denis Fantinuoli, il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale interinale dei Carabinieri Marco De Martino, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Antonio Marchese, il Comandante dell’Ufficio Distrettuale Marittimo di Porto Garibaldi Francesco Luciani e il Comandante della Polizia Provinciale Claudio Castagnoli.

Da domani 4 luglio e sino al 31 agosto, quaranta volontari delle Guardie Ecologiche Volontarie (G.E.V.), Agriambiente, L.I.D.A. e Legambiente allestiranno i gazebi sulle spiagge dei Lidi Comacchiesi per un’attività di sensibilizzazione e comunicazione verso i turisti in funzione anti abusivismo commerciale, consegnando e illustrando dépliant informativi in formato multilingue. L’attività dei volontari sarà, inoltre, integrata da una campagna informativa “100% Plastic free” sul rispetto dell’ambiente e la cura del patrimonio naturalistico locale: in collaborazione con il Consorzio Acque Delta Ferrarese e con Clara, multiutility per la gestione dei rifiuti, saranno illustrati ai villeggianti i vantaggi derivanti dell’utilizzo di acqua della rete idrica pubblica, attraverso l’impiego di borracce metalliche riutilizzabili e scoraggiando l’uso di bottigliette in plastica. Infine, i volontari saranno a disposizione dei bagnanti per favorire l’adozione di corretti comportamenti tesi a prevenire pericolosi assembramenti e favorire il rispetto del distanziamento sociale, in particolare nei tratti di spiaggia libera, secondo le indicazioni fornite dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e dai Protocolli regionali attuativi, in tema di misure di contrasto all’emergenza COVID-19.

“Il progetto ‘Un mare di legalità’ – ha evidenziato il Prefetto Campanaro – si connota per essere un vero modello di sicurezza partecipata, sviluppando sinergie interistituzionali e con il terzo settore, secondo indirizzi consolidati del Ministero dell’Interno, ed integrandosi perfettamente, come attività di prevenzione, con la pianificazione dei servizi di contrasto al crimine sulle spiagge della riviera ferrarese”.

Quanto al dispositivo di controllo del territorio, messo a punto in ambito di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, esso viene rafforzato con l’apertura stagionale – già dal 1° luglio scorso – del posto di polizia di Lido delle Nazioni, gestito dall’Arma dei Carabinieri, ad integrazione delle sette stazioni territoriali del litorale, e da un mirato potenziamento dell’attività di contrasto all’abusivismo commerciale da parte della Guardia di Finanza. “Non possiamo abbassare la guardia di fronte ad un fenomeno, quello del commercio abusivo, che ha ricadute estremamente negative per l’economia del nostro Paese. Mai come in questo momento è fondamentale sostenere i nostri operatori economici per il rilancio delle loro attività, dopo i danni causati dal lockdown; oggi è, se possibile, ancor più importante l’obiettivo di tutelare l’attività di impresa dal fenomeno della concorrenza sleale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *