Una buona notizia per festeggiare la Giornata della Terra: la starna italica torna a cantare nella Valle del Mezzano

Grazie al supporto del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara al progetto europeo Life Perdix, proseguono con successo le attività di miglioramento ambientale dell’area per riportare la specie estinta in natura nell’habitat più idoneo alla sua reintroduzione.

“Buona giornata della Terra a tutti, perché tutti insieme possiamo cambiare le cose e contribuire a tutelare il nostro patrimonio di biodiversità!” Con queste parole i partner del progetto europeo Life Perdix, che mira al recupero e alla conservazione della starna italica (Perdix perdix italica), dichiarata estinta in natura, festeggiano oggi la giornata mondiale della Terra. Il progetto, infatti, si trova in una fase importantissima, con le prime coppie reimmesse in natura nella Valle del Mezzano in fase di riproduzione e cova, e con tanti nuovi esemplari ancora ospitati nell’allevamento di Bieri, gestito dal CUFAA, in via di reintroduzione nei prossimi mesi. Con la bella stagione, inoltre, ripartono anche le attività #Scoprinatura, il programma di escursioni birdwatching guidate a cura di Atlantide, in corso fino a settembre al Mezzano, a Comacchio e in molti altri siti particolarmente adatti al birdwatching.

“Il monitoraggio che stiamo portando avanti nelle aree della Valle del Mezzano dove sono state gradualmente reintrodotte gli esemplari di starna italica e che adesso stanno formando le prime coppie sta dando risultati incoraggianti – ha dichiarato Francesco Riga di ISPRA, che coordina il progetto – Certo saranno fondamentali le attività dei prossimi mesi, con le azioni di miglioramento delle condizioni ambientali dell’habitat per la riproduzione, l’alimentazione e il rifugio degli esemplari e le immissioni in estate di ulteriori 9 mila esemplari che nasceranno in primavera nell’impianto di Bieri”.

Tutte queste attività godono del supporto del Consorzio di bonifica Pianura di Ferrara con il quale ISPRA ha appena firmato un accordo che durerà sino alla fine del progetto: un accordo di fondamentale importanza perché il Consorzio è il gestore unico delle aree demaniali interessate dalla collocazione di alcuni dei recinti di ambientamento delle starne italiche oltre a contribuire concretamente alla riuscita del progetto mettendo a disposizione gratuitamente una parte delle pertinenze idrauliche dei canali per le misure di miglioramento ambientale e reintroduzione e facilitando accordi tra gli agricoltori Concessionari e i Partner del Life Perdix.

“Con la firma di questo accordo – ha dichiarato Stefano Calderoni, Presidente del Consorzio – ci impegniamo ulteriormente a supportare le attività di questo ambizioso progetto coerente con lo sviluppo della multifunzionalità e delle potenzialità naturali e di qualità del territorio del Mezzano. Nello specifico, sarà importante per l’individuazione dei terreni idonei all’allestimento di ulteriori strutture di ambientamento, per gli interventi di mancato uso e posticipazione dello sfalcio delle erbe spontanee (e seminate) a lato dei canali, per il coinvolgimento di personale specializzato nella realizzazione di servizi per apprestamenti ambientali (come la realizzazione di beetle banks e altre colture a perdere)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.