Una visita nel segno della pace: anche gli alunni del Perlasca al Rivana Garden con i loro docenti – VIDEO

ucraina ferrara paceAlla mattina cinque classi, al pomeriggio quattro, anche i giovani alunni dell’Istituto comprensivo Perlasca giovedì hanno voluto portare gli aiuti raccolti a scuola grazie alla generosità di tante famiglie al Centro sociale Rivana Garden.
Giovedì anche i giovani studenti dell’Istituto comprensivo cittadino Perlasca hanno portato aiuti per l’Ucraina al Centro sociale Rivana Garden e lo hanno fatto con i simboli e le parole della pace.Al mondo degli adulti chiedono la pace, la chiedono per i loro coetanei e le famiglie ucraine, di cui vedono scorrere sugli schermi televisivi le immagini crudeli e selvagge frutto di  una guerra che distrugge case e città, mette in fuga i giovani costretti  ad abbandonare la scuola, i giochi, lo studio,le mamme costrette a dividersi fra figli e genitori anziani difficili da far allontanare dalle loro case, fa terra bruciata di speranze nel futuro  delle persone,passate da un giorno all’altro dallo stato di cittadini a quello di profughi privi di tutto e quindi bisognosi di tutto.

Ai bambini gli insegnanti parlano della guerra, ci dicono,  per educarli a rifiutarla e a credere nel valore della pace. Ai ragazzi delle scuole superiori parlano di equilibri geopolitici. Il ricorso alla guerra come strumento per risolvere le controversie fra gli Stati è stato ripudiato dall’Italia, come dice  l’articolo 11 della Costituzione repubblicana, “l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le nazioni promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

E fra queste l’ONU –  Organizzazione delle Nazioni Unite è-  l’organizzazione che ha come obiettivo principale mantenere la pace e la sicurezza internazionale. Creata dopo la Seconda guerra mondiale per l’ONU, la sicurezza va ben oltre l’assenza di conflitti e violenza armata e comprende anche lo sviluppo, il rispetto dei diritti dell’uomo e la protezione contro i rischi ambientali come  premesse per garantire la sicurezza e la pace a lungo termine. in vari modi attraverso i suoi organi che in questo momento sembrano invece attendere da altri le iniziative di pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.