Un’altra ipotesi di resistenza di Ferrara al contagio

Anche se sono ormai un centinaio le vittime del Coronavirus nella nostra provincia, Ferrara rimane uno dei territori in cui si registrano meno decessi e meno contagi rispetto alle altre province dell’Emilia Romagna e del resto d’Italia.

Come mai? Si stanno facendo diverse ipotesi. Si è parlato di particolare microclima, oppure di anticorpi derivati dalla secolare lotta di questa terra contro la malaria. Tesi poi smentite dagli esperti.

Forse non dobbiamo alla malaria questa apparente resistenza dei ferraresi al virus, bensì alla lotta contro la tubercolosi, altra piaga endemica della nostra provincia nel passato.

Nei giorni scorsi abbiamo intervistato il professor Adalberto Ciaccia, illustre clinico che proprio negli Anni 70 fu protagonista di questa lotta contro la TBC, attraverso intense campagne di vaccinazione e soprattutto una serie di studi e ricerche sulla capacità dello stesso vaccino di rafforzare notevolmente le difese immunitarie della popolazione anche nei confronti di altre gravi patologie polmonari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *