Economia, Unioncamere: “Ferrara recupera perdite da pandemia a fine 2022” – INTERVISTE

Il covid continua a mordere l’economia ferrarese: l’indice di produzione industriale fermo al -4,8% (-10,0% nell’artigianato), in rosso esportazioni (-16,3%) e commercio al dettaglio (-5,3%).

Torna positivo il volume d’affari per le costruzioni, che fa segnare un +1%. Questi i principali dati diffusi dall’Osservatorio dell’economia della Camera di commercio nel corso dell’attesa e nutrita conferenza stampa di ieri (23 marzo) svoltasi alla presenza, tra gli altri, di Guido Caselli, direttore del Centro Studi di Unioncamere Emilia-Romagna, e dei vertici delle associazioni territoriali di categoria.

“Il territorio ferrarese ha bisogno di una strategia e di una visione comune, di un progetto di rilancio che faccia leva sui nostri punti di forza e concentri su di essi risorse e investimenti”. È questo l’appello del commissario straordinario della Camera di commercio, Paolo Govoni, che ha aggiunto: “Servono decisioni rapide, obiettivi chiari, strumenti misurabili e il più possibile condivisi nell’attuazione. Gli imprenditori hanno un fortissimo bisogno di ritrovare la fiducia, perché senza fiducia non c’è domani. Se tanti di loro, pure in questi mesi difficili, hanno scelto di continuare a fare impresa è segno che questa provincia è convinta di farcela ancora una volta. Di fronte a questi segni concreti, è dovere delle istituzioni rispondere con altrettanta fiducia nell’impresa e in chi la sostiene e promuove”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *