VALENTINA MARCHINI: “VOLLEY UNA VITALE PARTE DELLA MIA GIORNATA”

Una passione sbocciata a dieci anni e oggi al servizio della 4 Torri

“La pallavolo è sempre stata parte di me, un momento della giornata paragonabile a un bisogno fisiologico come dormire e mangiare; è un momento in cui entro in un luogo e faccio qualcosa che mi piace e mi diverte insieme ad altre persone. Questo sport è collaborazione, solidarietà, unione, altruismo, determinazione….è saper uscire da una condizione mentale di negatività – che sia sportiva o privata – per il bene della squadra e con l’aiuto della medesima. È mettersi alla prova, sfidare i propri limiti fisici e mentali….a volte riuscendoci, in altre accettando il fallimento ma con la consapevolezza di non aver mollato fino alla fine”. Valentina Marchini – classe 1985 – e la pallavolo: un rapporto davvero speciale. Una passione per questa disciplina sbocciata a 10 anni attraverso il minivolley, tanto da diventare parte integrante della sua vita. Una carriera giocata durata 25 anni tra Unione Delta Volley di Migliaro, Tresigallo Volley, A.S.D. Volley Ostellato, nuovamente Tresigallo Volley e Codigoro Volley. “Non ero la giocatrice da 20 punti a partita”, incalza Valentina, “ma sono sempre stata quella che si “lanciava” ovunque pur di recuperare un pallone senza mai darlo per perso perchè troppo lontano. Il mio ruolo in campo non è sempre stato lo stesso: principalmente ho fatto la schiacciatrice, poi – all’occorrenza – ho giocato da opposto, centrale e libero. Io, comunque, mi sentivo una schiacciatrice che simpatizzava per il ruolo di libero”. Conosciamo Valentina Marchini in ambito lavorativo. “Terminate le scuole superiori ho provato a superare l’esame di ammissione alla facoltà di Fisioterapia con scarsi risultati, ho così cercato da lavorare e poco dopo sono stata assunta da Este Sport….collaborazione che si è conclusa dopo 13 anni in seguito alla chiusura del punto vendita. Ma il sogno di aiutare fisicamente le persone non mi ha mai abbandonata: ho preso la palla al balzo e mi sono iscritra all’Essence Accademy di Monza per diventare Massaggiatore Capo Bagnino degli stabilimenti idroterapici (MCB): è una figura inserita tra le arti ausiliarie delle professioni sanitarie che si occupa di praticare diverse tecniche di massaggio in ambito sportivo, terapeutico (con prescrizione medica), preventivo e del benessere. Queste pratiche sono inserite anche in ambito termale (da lì il Capo Bagnino degli stabilimenti idroterapici)”. Essenziale l’apporto di Valentina Marchini in casa Asd 4 Torri 1947 con cui collabora dalla stagione 2019/2020, a partire dalla serie B e a disposizione per trattamenti anche del settore giovanile maschile e femminile al bisogno, in caso di infortuni. “Questa realtà è la massima aspirazione in città a livello pallavolistico, far parte di questa Società per me è un onore. Fin da ragazzina andavo a vedere le partite quando Ferrara era in serie A prima e A2 poi: entrando in quel palazzetto che mi sembrava immenso e mi sentivo così piccola; adesso in quello stesso palazzetto ci entro dalla porta dello staff e mi siedo sulla panchina che guardavo con tanta ammirazione”. Significativa una riflessione. “La pallavolo è uno degli sport più traumatici, pur non essendo di contatto: spalle, dita, schiena, ginocchia, caviglie, svariati distretti muscolari. È molto importante la presenza di una figura che riesca ad occuparsi in tempi brevi delle problematiche fisiche legate a questo sport….che sia con un bendaggio funzionale, un massaggio decontratturante o uno scarico post attività per accelerare il recupero muscolare”. I progetti futuri. “La scorsa estate mi sono iscritta alla triennale della facoltà di Scienze Motorie: al momento il mio progetto è quello di laurearmi nel più breve tempo possibile in modo da ampliare le mie competenze”. In conclusione, il motto. “Se hai un sogno…..”, così senza finale. Perchè spesso i sogni rimangono sospesi e passa molto tempo prima che si possano realizzare, a volte anni, altre volte non si realizzano ma non bisogna mai abbandonarli: occorre tenerli lì perchè non sai dove ti condurrà il destino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *