Valerio Verri, la vittima di Vaclavic, doveva essere premiato dal Questore di Ferrara nell’ambito della Festa della Polizia

Valerio Verri, la guardia giurata volontaria di Portoverrara, di 63 anni, uccisa ieri sera nel Mezzano con due colpi di pistola da Igor Vaklavic doveva essere premiato, domani mattina, al Teatro Nuovo di Ferrara, nell’ambito delle celebrazioni del 165esimo Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato.

Una giornata, la Festa della Polizia, che a Ferrara apre uno spazio ad un tema importante: la sicurezza partecipata che si fonda sulla sinergia tra pubblico e privato. Un tema considerato molto delicato nei confronti del quale il Questore di Ferrara, Antonio Sbordone, nella vesta di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, ha creduto in questi ultimi due anni. Lo scorso febbraio Questura, Comune di Ferrara e tre associazioni (Gev, Agriambiente e Sva Legambiente) hanno siglato una convenzione per rendere più efficace il controllo del territorio. Una cinquantina di operatori debitamente formati che si occupano dell’abbandono dei rifiuti, della protezione del verde e degli animali ma alleati delle forze dell’ordine per il presidio del territorio. Un sistema di sicurezza integrato, sperimentato con successo a fine  marzo, nell’ambito di una serie di controlli dell’Area Gad a Ferrara.

Per questo motivo il Questore di Ferrara aveva già inserito, nell’ambito dei festeggiamenti, un riconoscimento alle tre associazioni di volontariato firmatarie della convenzione. Sul palco del Teatro Nuovo, sarebbero dovuti salire i Presidenti delle associazioni insieme ad alcuni volontari più  ‘anziani’. E Valerio Verri, guardia ecozoofila di Legambiente del gruppo di Argenta, sarebbe stato proprio uno di loro. Verri, nel tardo pomeriggio di ieri, insieme a Marco Ravaglia, agente di polizia provinciale, stava perlustrando la zona per pattugliamento antibracconaggio quando, sulla provinciale Mondonuovo a Trava di Portomaggiore, ha incrociato l’ex militare dell’est, Vaclavic, a bordo di un Fiorino bianco, rubato, si nascondeva in un magazzino di attrezzi agricoli. Scoperto dalla pattuglia il killer non ha esitato a sparare, colpendo a morte Verri e ferendo Ravaglia. Poi è fuggito.

La Festa della Polizia si svolgerà comunque, domani mattina, a partire dalle ore 10 “nel segno della massima celebrazione delle persone, sia forze dell’ordine sia cittadini, che ogni giorno svolgono un ruolo di presidio del territorio a garanzia della sicurezza pubblica”

 

 

 

 

Un pensiero su “Valerio Verri, la vittima di Vaclavic, doveva essere premiato dal Questore di Ferrara nell’ambito della Festa della Polizia

  • 09/04/2017 in 15:13
    Permalink

    Credo che il ricercato IGOR IL RUSSO sia originario della Serbia o della Bosnia ( di nazionalitá serba ). Il suo cognome probabilmente non é esatto, penso che possa essere VLAHOVIC e non VLAKAVIC.
    Potrebbe essere stato coinvolto nella guerra in Bosnia nel 1995, quando Igor il Russo aveva 19 anni come paramilitare.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *