Vallette Ostellato, Defranceschi: “Abusi”. Sindaco: “Nessuna irregolarità”

5 vallette ostellatoBotta e risposta tra il sindaco di Ostellato, Andrea Marchi, e il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Andrea Defranceschi: le Vallette di Ostellato e la loro gestione sono al centro della discussione.

Per il consigliere grillino, “il Comune di Ostellato, dopo “aver ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna la concessione” del comprensorio delle Vallette di Ostellato”, ha “affidato il bene ricevuto ad un soggetto terzo” evitando per anni “un qualsivoglia controllo sull’attività del concessionario”, il quale avrebbe provveduto alla realizzazione di “manufatti abusivi” in un’area pubblica “soggetta a vincoli di protezione paesaggistica” e causato degrado in ampie zone della stessa”.

È quanto sostiene il consigliere regionale Andrea Defranceschi (Movimento 5 stelle) in una interrogazione alla Giunta di Vasco Errani. Il consigliere interroga l’esecutivo regionale sullo stadio raggiunto dalle procedure per la rimozione dei manufatti abusivi, sugli accertamenti relativi agli edifici comunali non presenti nei registi catastali, sui provvedimenti nei confronti del Comune di Ostellato e sulla trasparenza delle procedure di affidamento del comprensorio delle Vallette.

MARCHI
Andrea Marchi

Immediata la risposta del sindaco di Ostellato, Andrea Marchi, che risponde con una nota scritta: “Spiace constatare ancora una volta la cattiva qualità delle informazioni e delle informazioni in possesso del consigliere Regionale De Franceschi in ordine all’area valliva Vallette di Ostellato. La Giunta Regionale aveva già avuto modo di rispondere al Consigliere Favia ad analoga interpellanza verificando il corretto operato dell’Amministrazione e riportando l’assoluta soddisfazione da parte del CONI e delle Associazioni di pesca sportiva circa l’organizzazione di eventi anche di primaria importanza quali i Mondiali di Pesca 2011. I manufatti abusivi a cui il consigliere De Franceschi allude erano tettoie e impalcati che il Comune di Ostellato stesso ha denunciato e provveduto alla rimozione, imputandone peraltro le spese e i danni al soggetto realizzatore e concessionario. Invito ancora una volta, come già ho fatto allora con il Consigliere Favia, a venire ad Ostellato e confrontarci direttamente sulla questione, magari anche facendo un giro insieme, in modo da avere il quadro completo della vicenda”.

Marchi poi continua: “Si ricorda, per doverosa completezza espositiva, che il Comune di Ostellato nel marzo del 2012 ha provveduto all’allontanamento forzoso dei sub concessionari dell’area, Villaggio Natura SRL, e che tale azione ha avuto riconoscimento prima dal Tribunale Amministrativo dell’Emilia Romagna e poi dal Consiglio di Stato, a conforto del buon operato dell’Amministrazione. Ancora, l’Amministrazione Comunale ha operato recuperando canoni non pagati dal concessionario e danni. Spiace davvero, che il Consigliere De Franceschi voglia fare delle Vallette, un patrimonio ambientale e culturale di tutti, una vicenda politica, quando questa Amministrazione con tenacia si è impegnata a rimuovere una gestione non efficace e non rispettosa degli obblighi, a ripristinare l’ambiente e a rilanciare fin da subito un’area tanto cara a noi tutti. Il bando per l’assegnazione dell’area peraltro ha previsto una serie di interventi nonché di programmi di rilancio di assoluto pregio. Può essere utile ricordare che fin dall’estate scorsa la piscina ha riscoperto antichi fasti e successi e le competizioni di pesca sportiva sono riprese con notevole interesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *