“Valli e Nebbie” torna dall’1 al 3 aprile con la 32esima edizione – INTERVISTE

“Un ritorno alla grande, dopo anni difficili, con ancor più voglia di gustare gli scorci meravigliosi del nostro territorio a bordo dei bolidi che hanno scritto la storia dell’automobilismo”.

Riccardo Zavatti, presidente del Club Officina Ferrarese del Motorismo Storico è impaziente. Non vede l’ora che arrivi il primo fine settimana di aprile per tagliare il nastro della 32esima edizione del ‘Valli e Nebbie’.

“E’ un traguardo importante – così il presidente del Club – e, quest’anno più che mai, la nostra rassegna si conferma piuttosto attesa tra gli appassionati delle quattro ruote storiche ma non solo”. In effetti, l’obiettivo massimo per le iscrizioni alla manifestazione è stato ampiamente raggiungo e superato da qualche tempo. Alla griglia di partenza, si presenteranno 75 equipaggi. Apripista sarà Alessio De Angelis (sponsor) a bordo della mitica Bugatti 37 in coppia con il presidente nazionale ASI (Automoto Club Storico Italiano), Alberto Scuro.

ValliNebbieUn evento salutato con soddisfazione dai partners di sempre: “Questa 32ª edizione di un appuntamento classico come la Valli e Nebbie –  sottolinea Giulio Felloni presidente provinciale di Ascom Confcommercio Ferrara  – è l’ennesima riprova di un ritorno graduale verso la normalità; un evento che ripropone un turismo di esperienza, di conoscenza e che permette di poter apprezzare tutte le eccellenze  dal punto di vista architettonico, artistico, ambientale, culturale ed enogastronomico: dobbiamo sostenere la ripresa dei flussi turistici e la realizzazione di manifestazioni con le quali far conoscere la Città e la Provincia sono la “strada”  da percorrere per promuovere il territorio nella sua interezza in una logica e verso un pubblico sempre più ampio” auspica il presidente Felloni. Un saluto portato con piacere anche dall’Amministrazione intervenuta in conferenza con Andrea Maggi, assessore allo Sport: ““Il Valli e Nebbie si conferma ogni anno una manifestazione dall’altissimo profilo sia culturale che sportivo – Ed è per questo che anche quest’anno, come Comune, abbiamo voluto essere al fianco del club Officina Ferrarese che, da 32 anni, regala a Ferrara una delle kermesse più suggestive. Confesso che vedere il centro storico e gli scorci di territorio nei quali la manifestazione si snoda, trasformarsi in musei del motorismo storico a cielo aperto è un’emozione senza paragoni. Senza contare che, quest’anno in particolare, il Valli e Nebbie per la nostra città significa ritorno alla normalità, significa ripartenza. Significa passione e tanto tanto sport”.

A testimoniare l’attenzione all’evento che si snoda sul territorio provinciale la presenza in conferenza di Fabio Tosi, sindaco di Fiscaglia: “Onorati come comunità – spiega – perché la” Valli e Nebbie” toccherà tutto il nostro territorio. Un’ iniziativa rivolta a tutta la comunità e che rientra pienamente nello spirito della nostra Amministrazione” e Dario Bernardi, primo cittadino di Portomaggiore che commenta: “Siamo orgogliosi di di essere interessati al percorso della manifestazione e ci siamo messi a disposizione con entusiasmo sapendo che che è un appuntamento gradito ed atteso dalla cittadinanza”.

Relatori_ValliNebbie_conferenzaIl programma: venerdì 1 aprile, sono previsti gli arrivi degli equipaggi da tutt’Italia e dall’estero,in piazza Castello a partire dalle 15. Poi, dalle 16,30, il club ha organizzato per gli equipaggi un tour guidato alla scoperta della città medievale. La manifestazione entra nel vivo sabato 2. Allo scoccare delle 9, partenza della prima auto da Piazza Castello. A Portomaggiore è prevista la prima prova tecnica della manifestazione. A quel punto inizierà la vera e propria immersione negli scorci naturalistici del nostro Delta e delle Valli.

L’approdo, per il pranzo, è a Comacchio, all’ombra dei Trepponti. Le vetture saranno esposte nella corte di Palazzo Bellini. Il rientro in città, tradizionalmente accolto da un bagno di folla, è previsto alle 17, mentre alle 20 è in programma, in Castello, la cena di gala.

All’indomani, domenica, partenza alle 9,30 della prima vettura, sempre da piazza Castello. Prove tecniche nel circuito dell’Ippodromo e percorso nelle campagne ferraresi. Infine, visita al museo della Civiltà contadina a San Bartolomeo in Bosco. L’arrivo è previsto nella cornice della Villa Contessa Massari a Gualdo. Dove si svolgeranno le premiazioni. “E’ un programma particolarmente ricco – incalza il presidente Zavatti – e, ci auguriamo, che possa soddisfare le alte aspettative coltivate dai tanti partecipanti”. Il Valli e nebbie si conferma sempre più un evento di qualità. Tanto che Asi (Automotoclub storico italiano), ha inserito l’evento organizzata da Officina Ferrarese come prima tappa del ‘Circuito tricolore 2022’,  la serie di eventi speciali (patrocinata dai ministeri di Turismo e Cultura) che porteranno gli appassionati a conoscere i luoghi più belli d’Italia, in un viaggio che lega cultura, turismo e motorismo storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.