Vasco: un fenomeno da record con 220.000 fan

“Questa è una festa contro la paura, non cambieremo le nostre abitudini. Il nemico è la paura e noi non abbiamo paura”: sono le parole pronunciate da Vasco Rossi durante le prove generali del concerto che terrà sabato 1° luglio a Modena. Un evento dalle proporzioni incredibili: 220.000 fan attesi, un’intera città che ha modificato ritmi e abitudini per accogliere il simbolo del rock “made in Italy” nella sua terra d’origine.

Il “live” avrà inizio alle 21, ma i cancelli apriranno dodici ore prima. La viabilità sarà fortemente modificata e limitata e saranno molti anche i ferraresi presenti all’evento. Alcuni di essi, contattati da Telestense, ci hanno anticipato la prenotazione del parcheggio già per le 4 del mattino. L’attesa è la stessa per tutti: far parte di evento che rimarrà nella storia e che unirà più generazioni, chi segue Vasco dagli albori degli anni ’70, chi è nato più tardi e si è unito a genitori e fratelli maggiori.

Il Modena Park è già entrato nel “Guinness world of record”, dato che il concerto col maggior numero di pubblico della storia finora era quello che i norvegesi Ah-ah tennero nel 1991 a Rio del Janeiro davanti a 198.000 persone. E le conseguenze si fanno già sentire: hotel esauriti in città e prenotazioni alle stelle anche a Rimini. Proprio la capitale della Riviera, infatti, ospiterà in parallelo un evento sulla spiaggia libera, dove dalle 19 suoneranno tribute band di Vasco, verrà poi proiettato il concerto modenese su maxi-schermo e la musica riprenderà dal vivo subito dopo sulla spiaggia, per proseguire fino alle prime luci del mattino quando verrà intonata “Albachiara” assieme alla band originale che arriverà da Modena. Si spera possa arrivare lo stesso Rossi, ma al momento non vi sono conferme.

Il legame Modena-Rimini, peraltro, si inserisce nelle celebrazioni dei 2200 anni della via Emilia. Nel resto d’Italia, dove non arrivano i maxi-schermi, saranno i cinema a completare l’evento collettivo. A Ferrara, dalle 20.00, Apollo e UCI inizieranno a trasmettere il pre-show, a cui seguirà il concerto integrale, che in tv invece sarà limitato a 4 brani. Ma il vero evento sarà quello dei 220.000 fan presenti al concerto, con biglietti venduti originariamente a 75 euro e che il Codacons denuncia essere stati rincarati, tramite “secondary ticketing”, fino a oltre 2.000. Ora il problema resta quello della viabilità: Trenitalia segnala esaurite anche le corse straordinarie sia di andata che ritorno, mentre “Autostrade per l’Italia” suggerisce uscite su più caselli, tra cui quello di Ferrara Nord della A13, con direzione Modena, passando per Vigarano, Finale Emilia, Bomporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *