VASSALLI: big-match con Rinascita Rimini

La societa confida nel tifo del Palapalestre

Al Pala Palestre, sabato sera (ore 21, arbitreranno Meloni e Gusmeroli), andrà in scena un vero e proprio big match. La 2G Vassalli del coach Adriano Furlani affronterà infatti la corazzata Rinascita Basket Rimini, guidata da coach Massimo Bernardi. Compagine di categoria superiore, con un pubblico da massima serie, quella romagnola, ancora imbattuta in campionato, con quattro punti di vantaggio in classifica sul secondo posto occupato da Bologna Basket 2016.

Qua 2G Vassalli. Dopo tre successi consecutivi, i biancazzurri del presidente Daniele Schincaglia durante la settimana si sono allenati duramente, con qualche acciacco, ma niente di particolarmente importante, il tutto con l’obiettivo di arrivare più pronti possibile ad una gara tutta in salita. Agli estensi, sempre privi di Petronio per infortunio, occorrerà la più classica delle gare perfette per avere la meglio. Al solito, coach Furlani punterà molto sulla leadership del terzetto Davico-Mandic-Farioli, con Matteo Ghirelli pronto a scaldare la mano da lontano. Anche chi si alzerà dalla panca dovrà dare un contributo davvero importante, giocando al 101% delle possibilità. Solamente così, anche grazie all’apporto del pubblico di casa, la 2G Vassalli potrà avere chance di successo.

Qua Rimini. In terra romagnola è rinata la passione per il basket grazie alla compagine del coach Bernardi, che ha vinto 8 gare su 8 dando spettacolo. Eugenio Rivali è play di due categorie superiori (già visto a Montegranaro e a Ravenna), attenzione massima a Luca e Francesco Bedetti, come del resto ai lunghi Giorgio Broglia e Niccolò Moffa, figlio di Corrado.

Al Pala Palestre ci sarà il pubblico delle grandissime occasioni, da Rimini approderanno in tanti per provare a spingere all’ennesimo successo i romagnoli. Dal canto proprio, la 2G Vassalli vuole fare di tutto per allungare a quattro la striscia dei successi consecutivi. Non sarà affatto facile, ma i biancazzurri ci hanno abituati già a importanti prestazioni.

“Affronteremo una squadra dal roster profondo e fuori categoria – dice l’assistant coach biancazzurro Mattia Campi -, con un mix di senatori dal curriculum che parla da solo, come il play Rivali, i fratelli Bedetti e i lunghi Broglia e Saponi, a cui si vanno ad aggiungere giovani di spiccata futuribilità come Moffa e Ramilli. Rimini è una squadra che dal punto di vista dell’intensità e della aggressività difensiva trae maggior vantaggio in attacco, per giocare tanti contropiede e tiri facili e costruiti in attacco. La chiave tattica del match sarà contenerli fisicamente sul perimetro e importante sarà scendere in campo a mente libera giocando una partita solida mentalmente e fisicamente. Per noi sarà una partita dal valore aggiunto per misurarsi con una realtà che sulla carta ci fa partire come sfavoriti. Sabato più che mai avremo bisogno di un Pala Palestre da sesto uomo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *