Vecchia Carife, la procura prosegue le indagini. E spuntano 27 nuovi indagati

Crac Carife: le indagini della procura sul fallimento della vecchia banca del terrtorio vanno avanti e ora spuntano altri 27 nomi fra gli indagati.

Il gip Monica Bighetti, secondo quanto riporta oggi un articolo della Nuova Ferrara, ha firmato una proroga d’indagine e i sostituti procuratori Barbara Cavallo e Stefano Longhi, con la supervisione del procuratore capo, Bruno Cherchi, vanno avanti con le indagini per capire come sia stata gestita la banca fra gli anni 2008 e 2013. Una malagestione che secondo gli ivnestigatori avrebbe poi portato al fallimento della vecchia Carife e per questo i magistrati ci volgiono vedere chiaro.

Bancarotta fraudolenta, dissipazione, distrazione e occultamento per malagestione sarebbero le ipotesi di reato delle indagini che hanno richiesto un proroga.

La procura infatti, con le indagini della Guardia di Finanza, ha aperto un fascicolo lo scorso luglio.

Fra i nomi degli indagati ci sono ex amministratori eccellenti della banca: gli ex presidenti di CArife Alfredo Santini e Sergio Lenzi, e i direttori Gennaro Murolo e Daniele Forin.

Un pensiero su “Vecchia Carife, la procura prosegue le indagini. E spuntano 27 nuovi indagati

  • 24/03/2017 in 7:45
    Permalink

    Malagestione dal 2008 al 2013….Questa “Malagestio” è figlia della stessa iniziata ben prima sotto l’egida del Presidente Santini e del D.G. Murolo.
    Se la gestione fosse stata accorta, come da sempre è stata nei 150 anni di Carife, non ci sarebbe stato questo amaro e incredibile epilogo. Caricento insegna.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *