Vendita e consumo alcolici, confermata per un anno l’ordinanza dei “divieti”

Verrà prolungata di un anno l’ordinanza del sindaco che, nell’area Gad stazione, vieta, nelle ore serali e notturne, il consumo di alcolici nelle aree pubbliche e la vendita da asporto.

Dopo un anno di applicazione dell’ordinanza del Sindaco che imponeva nel quartiere Giardino orari di chiusura agli esercizi, orari di vendita dell’alcol e divieto di consumo dello stesso in aree pubbliche, l’Amministrazione comunale ha convenuto – concordemente alle Forze dell’Ordine – di riproporre con effetto immediato l’ordinanza citata per un ulteriore anno, sino al 13-04-2019.

Risultati ce ne sono stati, c’è necessità di consolidarli, spiega una nota dell’amministrazione comunale.

Ad un Comune competono solo azioni di natura amministrativa e con buona probabilità saranno a breve notificate alcune mirate ulteriori limitazioni per alcuni esercizi del quartiere. L’opera dell’Amministrazione prosegue sinergicamente all’attività di tutte le forze del’Ordine alle quali va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto e che svolgeranno.

In sintesi l’ordinanza vieta il consumo delle bevande alcoliche, nelle strade piazze, giardini, parchi, aree pubbbliche, escluse ovviamente le distese autorizzate, dalle ore 21 alle ore 6. vietato vendere alcolici anche agli esercizi pubblici che vendono alimentari.

Ai laboratori argianali, e agli esercizi pubblici, bar e locali, è fatto obbligo chiudere alle ore 0.30 mentre sarà vietato vendere alcolici da asporto a partire dalle ore 21.30. divieto che vale anche per i cosiddetti piadinari, presso i quali però sarà consentita la vendita e il consumo, e per i distributori automatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *