Vendola – Bersani, senza IDV: sì a Casini, no a Fini

Apertura di SEl al Partito Democratico, senza l’Italia dei Valori. Nessun veto a una possibile alleanza con l’Udc e un’intimazione a Di Pietro a cambiare atteggiamento: E’ il risultato dell’incontro di oggi fra  Nicki Vendola e Pierluigi Bersani, che apre all’ipotesi di un centro sinistra a tre facce. Una prospettiva che non dispiace a Paolo Calvano, segretario provinciale del PD, che tuttavia aggiunge, serve, prima di tutto, una nuova legge elettorale.

Dopo i 10 punti della carta d’intenti del Pd, oggi l’incontro fra il segretario nazionale del PD Pierluigi Bersani e il leader di SEL Nicki Vendola apre una nuova prospettiva: un’alleanza di governo  PD – Sel con apertura all’UDC. E’ l’ipotesi su cui si era pronunciata a Ferrara la Presidente del Pd Rosy Bindi, in occasione del suo intervento alla Festa nazionale delle donne del Partito Democratico, che sembra prendere forma. Per Paolo Calvano Segretario provinciale a Ferrara del PD,  il dibattito sulle alleanze non è oggi al centro del dibattito politico locale, oggi siamo impegnati a portare a termine la legislatura nelle amministrazioni locali, una legislatura resa complicata dai tagli dei finanziamenti statali, da un riordino amministrativo che scompagina vecchi assetti.

Sul piano nazionale si augura che il tema delle alleanze si coniughi con la riforma elettorale, vendola si candida alle primarie di coalizione, ma non ne esistono ancora le regole. Forse potrebbero partecipare più candidati dello stesso Pd e forse, azzarda si potrebbe anche prefigurare un meccanismo di doppio turno . Bersani ha comunque fatto bene a far precedere i 10 punti, obiettivi concreti e chiari, su cui aprire il confronto. Fra le due ali estreme del partito, Fassina e Renzi, serve aggiunge Calvano una mediazione che consenta di raccogliere consensi più ampi. Alla domanda che cosa unisce sel Pd e udc Calvano non ha dubbi, l’alternativa a un governo di destra e la responsabilità di governare il Paese in un momento difficile come questo. Quanto alla prossima campagna elettorale, Calvano non ha dubbi su come la vorrebbe.   Ciò che mi aspetto, dichiara perentorio, è un disegno di futuro, se la campagna elettorale fosse soltanto lo scontro fra due nomi, sarebbe un autogoal per il Paese, che, invece ha bisogno di sapere per quale futuro vivere e impegnarsi. In questa ottica, , come già detto da Bersani, non male il nome provvisorio polo della speranza suggerito da Vendola per la futura alleanza.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=c778a870-d763-4ce2-8fc5-385a6a2102a2&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

One Comment

  1. Pingback: Vendola: "Mi candido a primarie premier del centrosinistra" – AGI – Agenzia Giornalistica Italia | Sindacato UNSIAU

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,564 seconds.