Direttori aziende sanitarie solidarizzano con assessore radiato dall’Ordine

VenturiAncora caso Venturi radiato dall’Ordine dei Medici.

Oggi sono intervenuti i direttori delle aziende sanitarie della Regione Emilia – Romagna e di Ferrara.

Sono lunghi gli strascichi dopo la radiazione dell’Ordine dei medici di Bologna dell’assessore regionale Sergio Venturi, avvenuto alla fine di un procedimento disciplinare contrario a un atto regionale indirizzato alle aziende sanitarie sul personale da impiegare nell’attività di pronto soccorso.

In giornata, con un comunicato scritto, sono intervenute tutte le direzioni generali delle aziende sanitarie della Regione Emilia – Romagna, tra le quali anche quelle di Ferrara, che all’unisono esprimono solidarietà all’assessore.

Per la città estense, il direttore generale Tiziano Carradori e i direttori dell’Azienda Ospedaliero Universitaria, e il direttore generale Claudio Vagnini insieme ai direttori dell’azienda Usl di Ferrara, hanno sottoscritto la lettera con cui tutti i direttori delle aziende sanitarie regionali puntano il dito contro l’Ordine dei Medici.

“Un medico non può pensare in modo difforme dall’Ordine” scrivono e, continuano i direttori, “con questo atto si avvertono gli iscritti”. Entrando nel merito della vicenda, sottolineano nella nota, per tutti i direttori “in tutto il mondo civile il soccorso sanitario d’emergenza è largamente svolto da personale non sanitario con addestramento sanitario d’emergenza”.

“La solidarietà a Sergio Venturi non può riguardare solo il personale sanitario, è anche una più generale esigenza di libera vita civile” concludono i direttori delle aziende sanitarie. Venturi martedì pomeriggio sarà a Ferrara per il convegno all’ospedale Sant’Anna di Cona sui 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale.

Un’occasione in cui probabilmente interverrà pubblicamente sulla vicenda che lo sta toccando da molto vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *