Vertenza Lyondell-Basell: riaperta la trattativa

03 voicer basellA 48 ore dalla scadenza della trattativa sindacale, il termine è domani, sabato 20 luglio, alle 24, il tavolo di Basell che giovedì pomeriggio sembrava saltato è stato riaperto e questa volta fra le parti sindacali e l’azienda si è posta la Regione che ha formalizzato nel pomeriggio, in una nuova riunione convocata per oggi in via Aldo Moro a Bologna, una nuova proposta che ora le parti stanno valutando.

Ieri infatti se sindacati e azienda Lyondell Basell avevano trovato un punto di incontro sul piano degli esuberi il tavolo è poi saltato dopo che l’azienda ha proposto di inserire una clausola nell’accordo che prevede di introdurre le norme previste dalla legge sul lavoro 223, che permette di licenziare in caso di crisi in base ai carichi familiari, età ed esigenze tecnico-organizzative dell’impresa.

Dunque ancora tutto da decidere per il futuro del centro ricerche di Basell.

Mentre il dato certo è che i sindacati hanno fissato per lunedì mattina, alle 9, un’assemblea aziendale per informare i lavoratori sull’esito del tavolo regionale che se si chiuderà con esito negativo darà l’avvio automatico alla procedura di licenziamento di 55 persone. Nel caso di un accordo tra le parti, invece, permetterà nuove strade meno dolorose per i dipendenti di Basell.

Quel che è certo, dice Cgil per voce del rappresentante mauro Cavazzini, è che il sindacato non abbandonerà il tavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *