Via Bacchelli e Via Pastro: quale il futuro delle piscine?

Qual è il futuro delle piscine comunali di via Bacchelli e di via Pastro? La delicata questione emerge dall’attuale chiusura delle due strutture, entrambe gestite dalla società Acqua Estense.

In ballo non c’è solo la riapertura degli impianti, ma il lavoro di alcuni dipendenti a tempo determinato, i cui contratti scadono a fine agosto. Proprio in queste ore, le due piscine hanno ottenuto dal Comune di Ferrara una proroga di quattro mesi.

Questo significa che a settembre, dopo l’abituale manutenzione che si tiene ogni anno in piena estate, saranno nuovamente operative, ma per un periodo limitato alla fine di dicembre 2018. A quel punto, ci sarà un bando per riassegnare la concessione e capire chi farà proseguire l’attività dei due impianti.

Contattato da Telestense, Daniele Neri di Nuova Sportiva, una delle società che fanno parte di Acqua Estense, ci spiega che quello del personale è un tema sensibile. I dipendenti a tempo indeterminato proseguiranno l’attività almeno fino alla fine dell’anno, mentre per quelli a tempo determinato, i cui contratti scadono il 31 agosto, non vi è possibilità di un reintegro.

Acqua Estense, infatti, ha diverse concessioni in scadenza e non può accollarsi l’assunzione di nuovo personale. A giorni, tuttavia, sembra ci saranno nuovi incontri per capire se ci potranno essere ulteriori novità. Chi sta vivendo con grande preoccuazione l’evolversi della situazione è proprio quel personale a tempo determinato che sperava in un proseguimento, anche solo temporaneo, della propria attività e che invece terminerà l’esperienza a fine mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *