Degrado in via Oroboni: questore chiude mini-market

Dovrà chiudere per cinque giorni il minimarket di via Oroboni a Ferrara dove non si sarebbero rispettate le normative anti-contagio covid. E proprio in questa zona dell’area Gad, nei giorni scorsi, i residenti hanno lamentato situazioni di degrado.

Il questore di Ferrara, Cesare Capocasa, oggi, ha emesso l’ordinanza di sospensione dell’attività gestita da una donna di origine nigeriana e secondo la Questura estense, durante un controllo, all’interno del mini market ci sarebbero state dieci persone in 16 metri quadrati e quindi non sarebbe stato rispettato il distanziamento fisico anti-covid tra le persone.

Uno degli avventori è stato anche espulso dall’Italia, su di lui infatti gravava un provvedimento di espulsione.

Secondo l’assessore alla sicurezza del Comune di Ferrara, Nicola Lodi, nel corso di alcune operazioni delle forze dell’ordine sarebbero stati “sanzionati anche tre negozi di parrucchieri a cui, a breve, sarà revocata la licenza” afferma Lodi.

L’assessore è stato recentemente richiamato da alcuni residenti di via Oroboni che lamentavano situazioni di degrado nella zona, i quali hanno invocato le promesse elettorali anti-degrado in Gad fatte dall’attuale vice-sindaco in campagna elettorale nel 2019. “Questa è la risposta dello Stato a chi vuole imporre la propria arroganza ai ferraresi” ha scritto Lodi su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *