Vigile investito a Lagosanto, Falcitano (Diccap): “Evidenti carenze in materia di sicurezza”

I sindacati DICCAP (Dipartimento Autonomie Locali ) e SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale) intervengono dopo i fatti che hanno visto coinvolto un Agente della Polizia Locale di Lagosanto, che durante un controllo è stato investito da una moto pirata.

“Nel 2021 ci risulta inconcepibile che vengano ancora svolti servizi in cui un Agente da solo effettui controlli di Polizia stradale” sottolinea Luca Falcinano, coordinatore di Diccap e Sulpl. “Il SULPL ha tra i suoi cavalli di battaglia la sicurezza sul lavoro e in particolare ha sempre chiesto che determinati controlli, come i controlli di Polizia Stradale vengano svolti da pattuglie composte da almeno due operatori.

“Da quanto abbiamo appreso a mezzo stampa nel caso di Lagosanto sembrerebbe che siano state violate le più elementari norme in materia di sicurezza sul lavoro per la Polizia Locale.

“Allo stesso tempo ci sembra inconcepibile che l’Agente di Polizia Locale si sia rivolto ad altra forza di Polizia per “sporgere denuncia”, ricordiamo infatti che Lagosanto è all’interno dell’Associazione Intercomunale di Polizia Locale del “Delta”, e che eventuali indagini collegate all’infortunio erano di competenza dell’Ufficio di stretta dipendenza del collega ferito.

“Anzi a dir di più non ci sarebbero dovute esser “denunce” ma bensi alla luce delle qualifiche che ogni agente ed ufficiale di polizia locale ha, tra cui si ricorda anche la funzione di polizia giudiziaria la procedibilità d’ufficio.

“Riteniamo doveroso che sia il Sindaco di Lagosanto Bertarelli e il Comandante della Polizia Locale del Delta Formigoni intervengano pubblicamente per rispondere agli interrogativi del sindacato di categoria SULPL.

“Come Sindacati autonomi entro la settimana prenderemo contatti con il Comandante per capire cosa effettivamente sia avvenuto” conclude Falcitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *