Violenze in famiglia durante le Festività: 7 “Codici rossi” in 10 giorni

Festività natalizie particolarmente complesse, il periodo di ferie e la convivenza forzata hanno dato sfogo a diverse denunce per maltrattamenti e percosse, verificatesi in ambiente domestico.

Dal 23 dicembre al primo gennaio i Carabinieri nella provincia hanno trattato ben sette “codici rossi”, procedendo al deferimento in stato di libertà di 8 persone, responsabili di vari reati nei confronti delle coniugi, ex compagne, o famigliari conviventi. Si tratta di 7 uomini ed una donna, che hanno tenuto condotte vessatorie, offensive, minacciose ed umilianti, in un caso culminato anche in abuso sessuale. Il fenomeno risulta trasversale e non connesso al livello culturale, a ragioni etniche ovvero ad usi e costumi di altri paesi, infatti degli otto denunciati, cinque sono italiani e tre stranieri.

A seguito delle denunce presentate dalle parti offese, i comandi Arma della provincia, hanno esperito le opportune indagini e riferito alla Procura della Repubblica di Ferrara, richiedendo misure cautelari idonee alla tutela delle vittime.

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Casumaro (FE), hanno dato esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento a carico di G.G., cinquantottenne ferrarese, responsabile di plurime e continue condotte vessatorie nei confronti della compagna coetanea e convivente.

La triste sequenza di reati inizia il 23 dicembre, con la denuncia ai Carabinieri di Cento (FE), per una figlia violenta e prevaricatrice, responsabile di violenze sull’anziano padre. Domenica 27 è una donna romena a denunciare, ai Carabinieri di Ferrara, l’ex compagno, responsabile di molestie e condotte minacciose. Il giorno successivo è un’altra moglie, vittima del marito violento, a presentare denuncia ai Carabinieri di Cento. Mentre martedì 29 i militari di Copparo (FE) raccolgono la denuncia di una donna dell’est Europa, vittima di violenze fisiche e morali, culminate poi in un abuso sessuale, da parte dell’ex compagno. Nell’ultimo giorno dell’anno sono tre le persone denunciate dai Carabinieri di Portomaggiore (FE) e Cento (FE), a fronte di due denunce, nel primo caso padre e figlio responsabili di violenze fisiche e morali, protratte nel tempo, ai danni della compagna convivente del pensionato, mentre nel secondo caso è stato denunciato un cittadino indiano, responsabile di una condotta opprimente, umiliante e vessatoria, condita da ingiurie e percosse alla moglie. Il primo dell’anno la denuncia di G.G., da parte dei Carabinieri di Cento (FE), che oggi hanno applicato all’uomo la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ferrara.

L’arma dei Carabinieri, anche nella provincia di Ferrara (FE) dispone di locali e personale formato nel particolare e delicato settore, che si occupa in via prioritaria dei reati contro le fasce deboli, il cui intervento è sempre tempestivo e puntuale. L’invito alle donne, ma più in generale a tutte le persone vittime di violenza, è quello di rivolgersi alle forze dell’ordine ovvero alle organizzazioni di supporto, che potranno assisterle e consigliarle al meglio per uscire dal tunnel della violenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *