Violenze: tre ‘codici rossi’ in un giorno

Tre episodi di violenza sulle donne e uno su un minore hanno fatto scattare l’allarme tra le forze dell’ordine estensi.

Un fenomeno, quello delle violenze, che purtroppo continua a essere costante sul nostro territorio.

Venerdì nero, il 22 gennaio, per quattro donne e un minorenne che in quattro vicende difficili avrebbero subito violenze tanto da far intervenire i carabinieri. Nell’arco di 24 ore i militari della compagnia di Ferrara hanno indagato su tre fatti, accaduti in città, per i quali sono state denunciate quattro persone.

Venerdì pomeriggio i carabinieri di Ferrara hanno denunciato un impiegato di 41 anni e il padre, pensionato 70enne, rispettivamente papà e nonno di un 12enne il quale sarebbe stato minacciato e percosso da entrambi. I due ora dovranno rispondere delle loro azioni davanti sia al Tribunale di Ferrara, sia a quello minorile di Bologna, che si pronuncerà anche sull’affidamento del bambino.

Gli interventi dei carabinieri in casi difficili però sono iniziati nella tarda serata di giovedì quando una pensionata di 65 anni e la figlia 43enne avrebbero denunciato un ferrarese di 34 anni, figlio della pensionata, ritenuto responsabile di maltrattamenti, minacce e percosse che andavano avanti da tempo. Uomo che ora dovrà fornire le ragioni del suo comportamento al pubblico ministero.

Poche ore dopo, venerdì mattina, una donna ha denunciato il suo ex fidanzato di 68 anni che, a detta della vittima ferrarese di 41 anni, gli avrebbe reso la vita un incubo. Un anno fa i due si erano lasciati, ma l’uomo avrebbe molestato, minacciato e pedinato la ex, fino a spingerla a cambiare abitudini di vita, ma questo non sarebbe bastato. Così è scattata la denuncia.

Da registrare a Ferrara anche una violenza nei confronti della moglie che ha portato il questore di Ferrara, Cesare Capocasa, ad ammonire il marito. Una convivenza con il proprio compagno di diversi anni, scrivono dalla Questura, ma che già dopo qualche mese manifesta le prime tensioni, dovute principalmente all’abuso di sostanze alcoliche da parte dell’uomo. Offese, umiliazioni e aggressioni fisiche, tanto che la donna aveva presentato una prima denuncia-querela che ha portato alla condanna del compagno. Poi ancora la convivenza ma gli ultimi atti di violenza risalgono a ottobre scorso, mentre la donna avrebbe cercato di far alzare dal letto il compagno completamente ubriaco. Moglie che sarebbe stata spinta via facendole perdere l’equilibrio così da sbattere e ferirsi contro un mobile. L’uomo è stato ammonito e invitato a recarsi al Centro uomini maltrattanti di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *