“Vittime salva-banche” in piazza con risparmiatori Mps e venete

Manifestanti davanti alla Fondazione Carife
Manifestanti davanti alla Fondazione Carife (archivio)

“Il 28 luglio a partire dalle ore 10, le Vittime del Salva-Banche scenderanno di nuovo in piazza, a Montecitorio, con una protesta che non poteva che riaccendersi visti gli ultimi accadimenti che stanno travolgendo il sistema bancario italiano”.

Lo annuncia l’associazione spiegando che “il networking sta crescendo” e in piazza ci saranno anche “rappresentati delle banche venete, Popolare di Vicenza e Veneto Banca, di Monte dei Paschi di Siena oltre, che le vittime di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e CariChieti, ad annunciare questa nuova coalizione che li vedrà fianco a fianco in questa battaglia contro le ingiustizie perpetrate ai danni di onesti risparmiatori italiani”. “Argomento scottante – si legge in una nota – quello della situazione delle banche italiane che sembrano essere scivolate in un precipizio senza possibilità di fermarsi, dove i responsabili amministratori delle banche rimangono impuniti, Banca d’Italia e Consob restano a guardare e il governo che, allo sbando, si dimostra non all’altezza di gestire la situazione, adottando misure casuali di azzeramento dei risparmi, ogni volta in una forma diversa, senza regole certe e senza una seria guida politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *