Vittoria Tomasi sportiva a tutto tondo

Un grande aiuto per liberare la mente e conoscere meglio il corpo

Lo sport, per me, è un bisogno. Mi aiuta soprattutto a liberare la mente e a conoscere meglio il mio corpo; tutti aspetti che poi mi tornano utili una volta tornata al PC per raccontare nuove storie”. E di sport, Vittoria Tomasi, ne pratica davvero tanto: “Per più di 15 anni ho giocato a pallavolo a Comacchio, militando anche per diverso tempo nel campionato di serie D, nel ruolo di centrale. Poi purtroppo, a causa prima dello studio e poi del lavoro che non mi permettevano di dare continuità negli allenamenti, ho dovuto abbandonare questo sport che mi è comunque rimasto nel cuore. Un’altra attività fisica che adoro è lo sci – che pratico il più possibile – cercando di ritagliarmi diverse giornate in montagna nell’arco dell’inverno. Nel quotidiano, invece, alterno il fitness con esercizi a corpo libero, il running e i miei amati roller”. Una passione per lo sport nata molto presto: “Fin da piccola mia madre mi accompagnava a provare diverse discipline: a 3 anni mi ha infilato i primi sci e a 6 mi sono appassionata alla pallavolo. Sono cresciuta tra scuola e palestra”. Quali le emozioni? “Amo quel brivido che solo lo sport può darti: l’affiatamento con le compagne di squadra durante una partita, la forza nello schiacciare un pallone a terra, il cuore che ti batte a mille mentre sfrecci sugli sci e l’aria fredda che sottolinea ogni tuo respiro. Tutto questo penso che si possa chiamare libertà”. “Mi reputo una sportiva sperimentale”, incalza la Tomasi, “soprattutto da quando ho dovuto abbandonare la pallavolo. Non perdo occasione per sperimentare nuove discipline come zumba, aqua boxe, sup, canoa…. ma anche attività adrenaliniche come l’arrampicata, il rafting, il canyoning”. Conosciamo meglio Vittoria: “Sono una persona creativa nella vita e nello sport. Mi occupo di comunicazione a tutto tondo e lavoro come giornalista (quotidiani e addetta stampa), conduttrice televisiva e scrittrice. Le soddisfazioni maggiori arrivano grazie ai miei romanzi: proprio questa settimana – ad esempio – è uscito il mio quarto romanzo “Lasciata all’altare (Delos Digital). Nei prossimi mesi ho diversi appuntamenti per la presentazione e sono già all’opera per la stesura di una nuova storia. Inoltre c’è qualche altro progetto a livello televisivo, ma è ancora presto per parlarne. Dal punto di vista sportivo sto progettando una vacanza estiva all’insegna dello sport in montagna… potrete vedere cosa combinerò sul blog”. La conclusione è davvero significativa: “Fate dello sport il vostro compagno di vita, siategli fedeli il più possibile e lui vi riparlerà con tantissime soddisfazioni, sia fisiche che psicologiche. Il mio motto? Mai arrendersi. Sembra banale, ma seguire i propri sogni è l’unica cosa che ci tiene in vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *