VOLLEY: per la Fruvit sconfitta ininfluente

BSTZ OMSI Vobarno – Libera Fruvit Occhiobello (Ro) 3-1 (26-24, 25-18, 21-25, 25-18)

Fruvit
Vobarno : Bonfigliolo (5), Beschi (8), Buffoli (16), Leali (11), Danieli (1), Lassoued (20) Viviani (L), Boschi, Ferraro, Samuelli, Trentini, Kost Allenatori : Campana, Leali
Libera Fruvit: Ferrari (8), Tosi (22), Battistella (9), Ferroni ( 11), Ghiraldini (3), Toffanin G. (6), Negrato (L), Coltro (2), Fyda, Sogari, Toffanin S., Albini (L2). Allenatore: Perilli, Scout man: Albini.
Non è anata bene a Libera Fruvit la trasferta di Vobarno, con la salvezza ormai in tasca le ragazze di Pantaleoni (oggi in tribuna a seguire la partita e sostituito da Giuliana Perilli) presentavano una formazione “insolita” con Ferroni schierata come centrale e la giovane Ghiraldini opposto, hanno anche tentato di rosicchiare almeno un punto alle avversarie. Primo set avvincente con buona pallavolo, con finale tirato, ma alla fine la spuntano le padrone di casa, il primo parziale 8-3 dice che le Bresciane sono intenzionate sin da subito a impostare il gioco e mantiene le distanze, la rimonta inizia sul 15-8 con punto di Ghiraldini, Libera lentamente ma costantemente erode il vantaggio del Vobarno, dal 21-18, 22-22, passa anche in vantaggio 22-23, si gioca punto a punto sino al 25-24, poi la banda di casa Lassoued mette fine al set.Fruvit
Nel secondo l’avvio è disastroso, 4-0, 7-1, primo parziale tecnico 8-3, al rientro Libera prova a giocare e si riporta sotto 10-9, ma Vobarno riallunga le distanze, secondo parziale 16-11, sul 18-12 Perilli sostituisce Ghiraldini con Fyda, , l’arbitro ci mette del suo in almeno quattro situazioni, ma è inutile recriminare le padrone di casa giocano meglio e portano a casa il set a 18.Fruvit
Nell terzo set la partenza delle Fruvitine rivede al centro Coltro e Toffanin, primo time out tecnico 8-5, Vobarno difende bene e non sbaglia niente in attacco, al rientro in campo Libera accorcia le distanze sino al 9-8, si intravedono buone giocate di Tosi e Ferroni, anche Battistella ci prova, il secondo parziale arriva sul 16-13, Vobarno non amministra bene il vantaggio Libera cresce a vista d’occhio e ci prova con Ferrari in battuta, si riporta sotto e sorpassa 20-21, la squadra ci crede e tiene duro sino alla conquista del set.
Tentare non costa nulla, nel quarto set le due squadre giocano sin da subito punto a punto, primo parziale 8-5, Libera ci prova, Tosi segna il punto dell’ 11-10, nessuno vuol mollare 12-12, 13-13, poi improvvisamente il cedimento, mentalmente non c’è reazione e Libera finisce il set a 18.Fruvit
A fine gara Giuliana Perilli commenta la gara: “Formazione diversa oggi, ho schierato in partenza la giovane Ghiraldini come opposto, che durante il campionato ha fatto qualche apparizione giocando poco. Abbiamo perso il primo set, e forse avremmo potuto farcela, se avessimo gestito meglio il vantaggio sul 23-24, peccato, il secondo set lo abbiamo perso più nettamente , brave le avversarie. Nel terzo siamo tornati alla classica formazione, Coltro e Toffanin centrali e Ferroni opposto, abbiamo vinto il set giocando bene, ma devo ammettere che il Vobarno ha ceduto un pò come succede spesso sul 2-0. Abbiamo subito tanto, troppo in ricezione, per cui non siamo riusciti a giocare come volevamo, con gli attaccanti di banda, al centro non abbiamo ricevuto bene per cui la nostra impostazione d’attacco è stata deficitaria, al contrario delle avversarie che praticamente hanno colpito quasi sempre da posto quattro,con potenza e precisione, insomma ci hanno dato una bella lezione perche tiravano da ogni parte . La battuta non benissimo, Vobarno usava molto la flot e noi ci siamo adagiate e adeguate, solo Ferroni e Tosi ci hanno provato con la spin, ma senza continuità, nel set che abbiamo vinto Ferrari ha battuto bene riportandoci sotto col punteggio e andando avanti nel suo turno di battuta, comunque ripeto battuta e ricezione oggi le cose peggiori, qualche muro si ma sappiamo che è uno dei nostri punti negativi”.
Le giallonere di Libera Fruvit sabato prossimo 9 maggio affronteranno in casa nell’ultimo turno di campionato il Pisogne a quota 41 punti e saluteranno il proprio pubblico festeggiando la salvezza e la partecipazione al prossimo campionato di serie B2 nazionale, che cadrà nel quarantesimo anno dalla fondazione del Gruppo Sportivo Fruvit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *