VOLLEY: qualche spiraglio per la PGS

Pgs

Dopo il successo di Crema

Entrare in palestra lunedì sera con la consapevolezza di avere alle spalle una vittoria e tre punti in più in classifica avrà sicuramente fatto i suoi effetti. Le ragazze di Ferrara nel Cuore continuano ad allenarsi in vista degli ultimi due turni del girone d’andata, col proposito di dare continuità al salto di qualità che sembra essere stato fatto durante il match della settimana scorsa contro l’Alkim Crema. Abbiamo riavvolto il nastro per capire meglio come è andata con coach Benini, che così commenta la condizione fisica delle ragazze prima della partenza per Crema: “La giornata sabato è partita malissimo: avevamo tre ragazze con la febbre alta e non sapevamo nemmeno se saremmo riusciti a schierarci in campo. Abbiamo passato il tempo in pullman a cercare di capire come fare, sapendo che c’era la possibilità che metà squadra non riuscisse a giocare”.

Certamente, visto com’è andata, non si può dire che la Pgs non abbia finalmente fatto uso della determinazione che la dirigenza e i tecnici richiedevano fin dall’inizio del campionato. La prestazione è stata buona per tutte le ragazze, che sono rimaste concentrate ed hanno dato il loro apporto alla squadra nei momenti di bisogno, nessuna esclusa. L’attacco è stato molto incisivo e lo stesso vale per la battuta. Gli errori ci sono stati, ma nulla a che vedere con le precedenti prestazioni. “Nessuna delle ragazze ha giocato una partita da otto in pagella, né tantomeno la partita della vita, ma tutte le singole prestazioni sono state più che sufficienti. Probabilmente se avessimo giocato sempre così oggi avremmo qualche punto in più in classifica, ma da qui a dire che siamo usciti dalla crisi, c’è una bella differenza. È solo l’inizio”.

Continua quindi il lavoro svolto durante le vacanze, che finora sembra comunque aver dato i suoi frutti: durante la pausa natalizia Ferrara nel Cuore ha lavorato parecchio – anzi quasi esclusivamente – sull’attacco, cercando di dare continuità alla fase offensiva delle sue azioni e riuscendo, una volta in campo, a giocare anche qualche pallone più difficile rispetto ai soliti schemi d’attacco, e senza subire il palazzetto avversario pieno ed anche discretamente caloroso. Il risultato positivo di Crema insomma è una buona presa di coscienza da parte della squadra, ma come ama ripetere Benini, non è che il primo passo: “Il morale è più alto del solito, perché le ragazze hanno visto che tutto quel che chiedevamo era cosa possibile. Quando si perde, credere nelle proprie possibilità è più difficile, ma adesso hanno potuto vedere che possono dar del filo da torcere agli avversari. Ora sarebbe bello avere più fiducia ed ancora più consapevolezza di quel che possiamo fare: le vittorie cambiano il modo di stare in palestra e di sacrificarsi per la squadra”.

Sull’onda di questo 2015 che sembra essere iniziato in maniera molto positiva, anche il fronte infortuni sembra dare nuove prospettive. Valentina Avanzi è rientrata ufficialmente nel sestetto titolare, e la sua prestazione è stata una certezza a cui Ferrara nel Cuore difficilmente può rinunciare: “Valentina ha dato subito segnali positivi rientrando in campo. Ha sempre lo spirito e la forza d’animo di continuare a giocare anche nei momenti di difficoltà e mette sempre in pratica i suggerimenti che le diamo durante la partita. Ha una battuta che può essere molto efficace e ci è mancata, perché quando era in convalescenza siamo andati un po’in difficoltà. Adesso l’abbiamo recuperata e, come sapevamo già, è una giocatrice su cui si può contare”. Previsioni positive anche per Francesca Canella, che una volta scongiurato ufficialmente l’intervento chirurgico al ginocchio, ha ripreso gli allenamenti. Con lei non è possibile lavorare a pieno ritmo, la banda ha bisogno di recuperare la muscolatura ferma da un mese. “Spero che Francesca sia disponibile per la prossima partita in casa, mentre questo sabato aiuterà la difesa nel caso ce ne fosse bisogno. Non ho fretta, l’importante è che non si faccia del male”.

Nel futuro della Pgs ci sono gli ultimi due match del girone di andata ed una giornata di pausa, il 31 gennaio. Sarà fondamentale, a questo punto, sfruttare entrambe le occasioni per poter rimanere in corsa per la salvezza, assieme a numerose altre squadre. “Non siamo ancora fuori dai giochi, dobbiamo continuare a tenere accesa la miccia per dare una svolta al campionato. Con un paio di risultati fatti bene torneremmo in partita”. La prossima giornata prevede lo scontro con l’Arbor Reggio Emilia, squadra neo promossa come Ferrara nel Cuore, contro cui sarà fondamentale mostrare la volontà di vincere. Sul fronte acquisti non ci sono grosse novità da parte della dirigenza, ma il mercato è ancora lungo, ed il tempo c’è. In ogni caso le ragazze che oggi militano in biancazzurro hanno dimostrato di saper reagire, e dimostrandosi vive hanno reso migliori le prospettive con cui ci siamo lasciati lo scorso anno. Vi lasciamo con l’ultima domanda fatta a coach Benini: qual è stato il primo pensiero sul fischio finale la settimana scorsa?

“Sollievo. Per come era iniziata la giornata non mi aspettavo nulla dalla partita contro Crema, ma al quarto set sul 23 a 13 per noi mi sono rilassato un po’. Sapevo che nessuna delle ragazze si è nascosta dietro ad un alibi qualsiasi, e viste le condizioni di salute generali ne avrebbero avuto modo. Siamo stati bravi noi, ed anche se ancora ci sono molti problemi da risolvere, ieri per la prima volta dopo un paio di mesi ho guardato la classifica, per vedere come andavano i nostri diretti avversari di sabato. Siamo pronti a concentrarci per la prossima partita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *