Volontari premiati a Cento

Prima l’inno nazionale e poi il silenzio, direttamente interpretato dalla tromba del coro degli alpini. Loro sono una parte preziosa della protezione civile che anche a Cento nei momenti di difficoltà dopo il sisma del 20 e 29 maggio hanno fatto la parte da padroni. In ogni luogo dove intervengono, grazie al gruppo Ana, lasciano un segno e a Cento lasceranno una scuola da realizzare a Casumaro che costerà quasi un milione di euro.

Sono tanti i volontari che hanno lavorato per il terremoto dell’Emilia e per Cento. Duemilcacinquento persone che chi più chi meno, dopo alcune ore dalla prima scossa era subito operativo per aiutare, prima, chi aveva più bisogno, per rialzare la città di Cento, finita l’emergenza.

Un lavoro che doveva essere ed è stato riconosciuto dal sindaco della città del Guercino, Piero Lodi che sabato ha organizzato una cerimonia di ringraziamento consegnando ad ogni rappresentante del mondo del volontariato un riconoscimento: una formella realizzata da un artista della scuola di artigianato centopievese, Adolfo Galli che rappresenta quattro mani che si congiungono in un momento di bisogno che ha segnato profondamente i centesi.

Così sabato 27 ottobre, al pala Benedetto, i volontari sono stati al centro di un evento dal titolo simbolico: Diamoci una mano.

Volontari, forze dell’ordine, istituzioni sono stati tutti ringraziati attraverso la formella. Un momento importante per la comunità centese che ha rivisitato quei giorni e quei momenti grazie anche alle immagini di fotografie e riprese televisive della tv locale. Una cerimonia a tratti segnata anche da momenti di grande commozione: sul palco il sindaco, Piero Lodi ha ricordato il marito della vittima centese del terremoto, Sandra Gherardi, colpita da una tegola caduta dal tetto di un palazzo del centro storico, dopo la scossa del 29 maggio.

A premiare i volontari anche l’assessore regionale alla riqualificazione urbana, Sabrina Freda e tutte le autorità locali che in ricordo di questo momento hanno lasciato l’ impronta della mano in una tavola di argilla.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=3284682b-9a6b-42a1-a18e-2e9ec170e1f3&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *