Volontario muore a San Carlo. Cordoglio delle autorità

Una tragica fatalità questa mattina ha stroncato la vita di Roberto Puviani, ferrarese di 50 anni, volontario della Protezione civile che operava nelle zone colpite dal terremoto di maggio.

Poco prima delle 11 e 30 Puviani era a bordo di questo camion guidato da un altro volontario. I due dovevano trasportare un modulo dal centro di Sant’Agostino alla piazza di San Carlo, dove il container sarebbe stato installato come ufficio della Protezione civile al posto di una roulotte. Durante il tragitto sulla statale 255 dal capoluogo alla frazione però, i due non si sono accorti che il braccio della gru era troppo alto.

Quando il camion ha imboccato il sottopasso del cavalcavia della Cispadana è avvenuto l’impatto. La gru ha sbattuto contro una trave e l’urto ha quasi spezzato a metà il tir. Il contraccolpo ha sbalzato Puviani praticamente fuori dal finestrino, facendogli sbattere la testa. Secondo i primi accertamenti, avrebbe perso la vita sul colpo.

L’autista del camion invece avrebbe riportato lesioni al torace a causa della cintura di sicurezza, ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Cona.

La statale è rimasta chiusa per quasi un’ora. Sul posto, oltre ai vigili della Polizia municipale dell’alto ferrarese, c’erano anche i volontari della Protezione civile, increduli davanti all’accaduto.

“Roberto era una brava persona”, dicono, “che dedicava il suo tempo agli altri”. Puviani era in cassa integrazione e si dedicava all’associazione cinofila Amici del cane di Migliarino.

Il 50enne lascia la moglie e due figli, ai quali va il cordoglio dell’amministrazione comunale di Sant’Agostino e di quella provinciale di Ferrara. L’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna questa mattina ha osservato un minuto di silenzio in ricordo del volontario della Protezione civile.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=6fc8e13c-33e6-49de-b38a-83d5d1ee935a&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *