WMAC ITALIA: parte il circuito gare online

Grande partecipazione anche internazionale per il circuitro di gare in sicurezza di arti marziali

L’associazione WMAC Italia ha inaugurato il 7 marzo il proprio circuito di gare online di arti marziali, gli Italian Games, riscuotendo un successo strepitoso ed una vasta partecipazione. Oltre infatti ad atleti da tutta la Penisola, alla competizione hanno partecipato squadre da Austria, Spagna, Germania, Slovakia, Libano, Egitto e addirittura India. Un richiamo internazionale che premia il lavoro del Presidente Mauro de Marchi e dello staff dell’associazione.
Oltre al successo organizzativo si ha poi quello agonistico, perché gli atleti del gruppo ferrarese di WMAC Italia hanno collezionato un lusinghiero numero di medaglie, premiati dalle poules internazionali di arbitri che hanno valutato i filmati delle performance nelle diverse categorie e specialità.
Quattro ori per Sergio de Marchi, Maestro e preparatore del gruppo estense, che sbaraglia la concorrenza e si impone in tutte le categorie cui ha preso parte, dai kata di karate alle forme con armi; poker di primi posti anche per Edoardo Baroni, che vince kata e hard style sia nella propria classe d’età che in quella superiore. Un oro a Thomas Civolani per gli hard style cinture colorate veterani, ed ancora sul gradino più alto del podio Marco Alvisi nelle forme con armi juniores. Sul secondo gradino del podio Matteo Vitadello, alle spalle solo del compagno di squadra BARONI con un’ottima prova. Argenti anche per Enrico Bulgarelli nelle armi creative e ancora per Alvisi nei kata di karate, categoria dove il bronzo va a Pietro Bonini, altro alfiere della scuderia ferrarese. Sempre di bronzo poi le prove di Francesca Callegari, Matteo lambertini e nuovamente Thomas Civolani.
I risultati consentono ai ragazzi del team estense di accumulare punti per la selezione Nazionale: augurandosi una situazione globale migliore nei prossimi mesi infatti, la WMAC International ha già stabilito le date dei prossimi Campionati Mondiali a Salisburgo il prossimo settembre (con un protocollo strettissimo che comprende tampone obbligatorio per tutti i partecipanti tra le altre cose), e i ragazzi di de Marchi puntano ad essere presenti come portacolori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *