WNAC ITALIA SBARAGLIA IL CAMPO ALL’ONLINE PANDEMIE GAMES

Strepitoso bottino di successi nella manifestazione del World Martial Arts Committee

Ancora un successo strepitoso per la WMAC Italia di Ferrara, stavolta in occasione dei Secondi Online Pandemie Games organizzato dal World Martial Arts Committee. Come la gara precedente anche questa si è svolta inviando alla Federazione mondiale i video delle performance di ogni singolo atleta, che sono poi stati giudicati dalle varie compagini arbitrali internazionali per le varie categorie di forme tradizionali, creative, a mani nude e con armi previste.
Il Presidente WMAC Italia Mauro de Marchi è orgoglioso dei risultati dei ragazzi della squadra agonistica, capitanata come sempre dal Maestro Sergio de Marchi. Proprio da de Marchi incominciamo l’elenco delle medaglie incamerate dalla compagine estense, inizio col botto dati i tre ori conquistati in altrettante categorie di forme tradizionali. Seguono i risultati di Matteo Lambertini, un oro e due bronzi tra le cinture colorate under 13 anni, e di Elisa Guerra, anche lei un oro e un bronzo nelle cinture nere femminili; oro anche per Edoardo Baroni nei karate kata under 15 anni. Inoltre, Marco Alvisi incamera un argento tra gli junior sotto i 18 anni, e Thomas Civolani si porta a casa un argento ed un bronzo nelle categorie delle cinture colorate sopra i 35 anni.
Non sono da meno gli atleti del settore self defense, con Deborah Pavasini, bronzo tra le cinture colorate, e Ferruccio Mazza, argento tra le cinture nere.
Un bottino eccezionale, cui si aggiungono le medaglie conquistate dai gruppi di Verona e Roma associati alla WMAC Italia che hanno preso parte alla competizione, e che portano l’Italia al secondo posto assoluto del medagliere internazionale.
Il gruppo ferrarese della WMAC continua le proprie attività al centro Il Parco in via Canapa 4, per informazioni www.wmacitalia.vpsite.it oppure @demarchisergio91 su instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *