Zanzare: i consigli per proteggersi

Zanzara TigreRispetto all’anno scorso il numero di zanzare comuni, in quest’estate 2018, è considerevolmente aumentato a causa delle particolari condizioni ambientali. A comunicarlo è una nota dell’Azienda USL di Ferrara che, oltre a raccomandare misure e trattamenti per la zanzara tigre, sottolinea che occorre fare attenzione anche alla nostra zanzara comune (Culex pipiens) che può essere portatrice di infezioni come quelle causate dal virus West Nile.

La maggior parte delle persone che hanno contratto il virus – va specificato – non mostra alcun sintomo. In un 20% di casi si manifesta un leggero stato febbrile che dura pochi giorni. Raramente, in meno dell’1% degli infettati e in persone debilitate, si può arrivare a forme neurologiche che richiedono il ricovero ospedaliero. Il rischio è moderato ma per ridurre il più possibile l’eventualità di contrarre l’infezione, occorre soprattutto ridurre il rischio di punture, sia in ambienti interni che esterni.

L’approccio alla prevenzione contro le punture di zanzara è influenzato dal livello di protezione necessaria in una specifica situazione e può essere richiesto associare più misure protettive, in funzione di un’alta concentrazione di vettori. Le misure di protezione vanno applicate in particolare nelle ore serali-notturne, tenuto conto delle abitudini crepuscolari della zanzara domestica, Culex pipiens, vettore acclarato del virus West Nile.

I consigli sono innanzitutto quello di schermare al massimo la nostra abitazione, con l’utilizzo di zanzariere, o in alternativa – aerando l’ambiente – insetticide a rapida degradazione, apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine o zampironi.

In ambiente esterno, importante l’utilizzo di repellenti cutanei per uso topico, abbinato a indumenti di colore chiaro che coprano il più possibile, evitando profumi, creme e dopobarba che attraggono gli insetti.

Infine, si ricorda di trattare regolarmente con prodotti larvicidi i tombini e le zone di scolo e ristagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *