Zappaterra: Mab UNESCO, coinvolgere i territori – INTERVISTA

delta bioosferaUna rete italiana delle Riserve della Biosfera. Questo il tema al centro del Congresso Mondiale che si è tenuto a Lima a metà marzo. Ma cosa significa essere Riserva Mab Unesco? Quali sono le opportunità per il territorio emiliano romagnolo e veneto? Per le attività istituzionali e per quelle economiche? Ne abbiamo parlato con Marcella Zappaterra, consigliere regionale del Pd che, insieme ad altri consiglieri regionali, ha partecipato al Congresso del Mab Unesco.

E’ stato ottenuto nel giugno del 2015 dall’Unesco e riconosce la porzione del territori deltizio dentro al parco come riserva della biosfera. Stiamo parlando del Mab Unesco, un concetto ancora tutto da scoprire, al centro del quarto Congresso Mondiale delle Riserve della Biosfera che si è tenuto a Lima lo scorso 15 marzo. La sfida è quella di coinvolgere le comunità dei territori per fare progetti

A Lima è stata delineata la Rete italiana delle riserve della biosfera su come utilizzare marchi a doc che contraddistinguano le attività che si trovano all’interno delle riserve della biosfera

E mentre si attende l’entrata della provincia di Ravenna, con Campotto ed Argenta, che stanno preparando un percorso per presentate la parte di candidatura di allargamento, ora si lavora sul grande fiume sopratutto dopo il riconoscimento della biosfera per parco delle colline del Po.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *