Zona stazione, le proposte del Gruppo Gad per la sicurezza

09 gad-1Ancora un’altra siringa nel parchetto di Piazza Enrico Toti. Dopo quella di qualche settimana fa che ha punto un giovane adolescente residente della zona, nella zona della stazione torna ancora la questione sicurezza.

Un tema che sarà al centro di un incontro che si terrà giovedì mattina in prefettura dove si terrà una nuova riunione del comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico. Alle 11,30, alcuni rappresentanti del comitato che si è riunito spontaneamente, e che si chiama Gruppo Gad, che raccoglie residenti da viale IV Novembre, alle zone di via Oroboni e Porta Catena, incontrerà il sindaco, il prefetto e il questore per chiedere alcune priorità d’intervento per una zona in cui i residenti vivono una condizione di disagio conclamato. Il poliziotto di quartiere, un presidio dedicato delle forze dell’ordine, così come una tavolo permanente per fare il punto su ciò che viene fatto e su ciò che invece sarà fatto sono il cuore di alcune richieste dei residenti della zona.

09 gad
Piazza Castellina

Al primo cittadino, al questore e al prefetto insomma i residenti esporranno un documento che raccoglie sia problematiche che necessitano di essere risolte con urgenza ma anche nuove proposte affinché quella zona diventi più sicura, anche con attività che non siano solo di controllo. Il Gruppo Gad insomma metterà sul tavolo non solo richieste che riguardano l’aspetto della sicurezza ma anche proposte costruttive.

Una di queste è la realizzazione di un parchetto per bambini, gestito dagli anziani della Cisl, proprio in piazza Enrico Toti, pensato dal capofila del Gruppo Gad, Paolo Baiamonte, segretario provinciale della Cisl, che ha gli uffici in quella zona ed è anche un residente dell’area. Il Gruppo Gad inoltre sottoporrà di nuovo al Comitato per l’ordine e la sicurezza il problema del Grattacielo e la questione ancora irrisolta del riscaldamento.

C’è poi la richiesta di far ritornare la zona, come era trenta anni fa, a vocazione sportiva. In Porta Catena c’è un palazzo delle palestre, un motovelodromo, un campo scuola e tirando una linea immaginaria che passa dal Grattacielo e arriva fino alla Darsena, dove si svolgono le attività di canotaggio, il Gruppo Gad proporrà al Comune di pianificare un progetto che animi l’itero quartiere affinché attraverso lo sport scacci la droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *