Zuccherificio Bondeno: la querelle continua

bondeno riconversione zuccherificio

 Continua la querelle a distanza sulla riconversione dell’ex zuccherificio di Bondeno: per l’assessore all’agricoltura della regione Emilia Romagna, Tiberio Rabboni, il progetto che doveva portare alla creazione di un pastificio si è ormai impantanato. Martedì sera Rabboni era a Bondeno, per un incontro pubblico organizzato da Giovanni Nardini, il candidato di centrosnistra che sfida il sindaco Alan Fabbri in occasione delle prossime elezioni amministrative.

Spiega Nardini: “Rabboni ha riferito che il 12 maggio, nel corso di un incontro in Regione, da Finbieticola sono venuti messaggi preoccupanti. I privati che avrebbero dovuto investire nel futuro pastificio, destinato a riassorbire i posti di lavoro perduti con la chiusura dello zuccherificio di Bondeno, avvenuta nel 20025, a quanto pare non hanno adempiuto ai propri impegni. Morale, il progetto è ormai a rischio, checché ne dica il sindaco Fabbri, che non vuole ammettere il fallimento”.

Alla data della chiusura erano un centinaio i lavoratori dello zuccherificio di Bondeno: oggi in cassa integrazione ne sono rimasti 14, e la Cassa Integrazione potrebbe scadere a giugno. Ma Alan Fabbri sindaco di Bondeno replica con una nota ufficiale: “La riqualificazione dell’area ex zuccherificio andrà avanti. Chi sostiene che il progetto di riconversione è destinato a bloccarsi lo fa per calcolo pre-elettorale. Nell’area ex zuccherificio ora ci sono tutte le autorizzazioni necessarie a chi vorrà investire e costruire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *