Zucchini, la risposta dell’Asp

“Le scelte che riguardano i minori non vengono prese con leggerezza”. A sottolinearlo è il presidente dell’Asp, il centro servizi alla persona di Ferrara, Sergio Gnudi che oggi ha deciso di intervenire sulla protesta di papà e nonno dei bimbi dichiarati adottabili dal tribunale dei Minori di Bologna. “La sentenza di adozione è l’ultimo dei provvedimenti che hanno scandito un lungo percorso di sostegno alla famiglia attraverso il quale tutto è stato attivato per recuperare le risorse genitoriali e quelle parentali, spiega Gnudi. Ieri il sindaco di Ferrara Tagliani aveva chiesto all’Asp di formalizzare ad Augusto Zucchini, le risposte alle domande che pubblicamente quest’ultimo, da giorni in sciopero della fame, ha rivolto ai servizi sociali. Oggi la risposta di Gnudi, precisando però che sarebbe opportuno che questa vicenda venisse trattata nella sede del servizio sociale aperto ad accogliere i famigliari e nelle aule del tribunale per i minorenni e non sulle pagine dei giornali.

“Strumentalizzare una situazione conflittuale non tutela i bambini e non aiuta i parenti, incalza Gnudi, è difficile pensare che ci siano situazioni in cui la famiglia non può occuparsi della crescita dei propri figli, aggiunge, eppure esistono.

Il presidente dell’Asp mette prima di tutto il diritto dei bambini di essere tutelati e il dovere della società garantir loro di crescere in un contesto adeguato. Poi difende i servizi sociali, professionisti preparati, sottolinea Gnudi, a compiere azioni tanto difficili quanto importanti per garantire la sicurezza dei componenti più fragili della nostra collettività.

“Per un famigliare è difficile accettare certe decisioni e forse, conclude il presidente dell’Asp, sono comprensibili reazioni eclatanti che confermano anche il disorientamento che stanno provando.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120302_04.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *